Shopping Cart
item - € 0,00

Non hai articoli nel carrello.

Subtotale: € 0,00

Faq

Perché usare i pannolini lavabili?

I pannolini lavabili in cotone biologico rappresentano l’alternativa sana ai pannolini monouso. Utilizzandoli possiamo dare un notevole contributo all’ambiente, evitando di produrre quasi una tonnellata di rifiuti non completamente riciclabili e solo parzialmente biodegradabili. Si stima infatti che per ogni bambino, nei primi anni di vita, vengano utilizzati in media circa 5000 pannolini usa e getta, con un fortissimo impatto sull’ambiente e costi di smaltimento in costante ascesa.
Grazie ai pannolini lavabili in tessuto biologico, la delicata pelle del bambino è a contatto solo con fibre naturali al 100%, assolutamente prive di residui chimici, riducendo fortemente il rischio di allergie e irritazioni. I pannolini lavabili hanno un’elevata capacità assorbente, garantiscono un’ottima aerazione e non generano surriscaldamento, salvaguardando l’apparato genitale del bambino. Inoltre mantengono le gambe nella posizione divaricata ideale per il corretto sviluppo delle anche e, contrariamente ai pannolini usa e getta dall’effetto “sempre asciutto”, non ritardano l’età del passaggio al vasino e dell’indipendenza.
Sono facili da usare e consentono anche un notevole risparmio economico (persino considerando i costi per il lavaggio dei capi) in quanto il costo iniziale è ampiamente recuperato nel tempo, specie se utilizzati per più di un bambino.
 

Come si usano i pannolini lavabili?

Il sistema pannolino può essere costituito dal tradizionale ciripà corredato dal panno di mollettone, per aumentarne la capacità assorbente o, in alternativa, dalla più moderna e pratica soluzione del pannolino mutandina, combinabile con l’inserto anatomico per un maggiore effetto assorbente. Tra sederino e sistema pannolino si consiglia di collocare il velo pre-pannolino in cellulosa biodegradabile, si limiteranno così le imbrattature sul pannolino e si rimuoveranno più facilmente le feci, consentendo di gettarle comodamente nel WC.
L’inserto in 100% seta burretta, grazie alle proprietà antisettiche e curative della seta, può aiutare a risolvere eventuali problemi di arrossamento o infiammazione nella zona a contatto con il pannolino, senza la necessità di applicare creme protettive.
Sia il ciripà che il pannolino mutandina devono essere completati da una mutandina copripannolino a scelta, la cui funzione è quella di trattenere l’umidità che si forma all’interno del pannolino in cotone. E’ possibile scegliere fra tre diverse versioni di mutandina copripannolino:

  • in microfibra di poliuretano, impermeabile ma traspirante;
  • in lana lavorata a maglia doppia, non impermeabile ma estremamente assorbente, specie dopo ripetuti lavaggi che ne causano un leggero, normale infeltrimento incrementandone il potere assorbente;
  • in lana leggera lavorata a maglia, è abbinabile al pannolino mutandina con chiusura in velcro. Più che avere la funzione di assorbire l’umidità del pannolino mutandina, già autonomamente molto assorbente, questa mutandina è in particolare utile a contenere la fasciatura del pannolino con chiusura in velcro, senza incrementarne l’ingombro.


Salvo imbrattamenti, le mutandine copripannolino in lana non necessitano di lavaggio dopo ogni utilizzo: se bagnate, è sufficiente lasciarle asciugare all’aria per qualche ora, per neutralizzare gli odori e rigenerare la fibra di lana. Richiedono il lavaggio a mano, in acqua tiepida, con un detersivo ecologico specifico per capi in lana. Si consiglia inoltre il saltuario trattamento di cura alla lanolina, per restituire al capo la lanolina (ossia il grasso naturale della lana di pecora) persa durante il lavaggio.
Le mutandine in microfibra sono lavabili in lavatrice a 40° ed hanno il vantaggio di asciugare in breve tempo.
 

Quanti pannolini lavabili occorrono?

Considerando che il bambino viene mediamente cambiato 5-6 volte al giorno, si consiglia una dotazione base di circa 20 pannolini più 2 o 3 mutandine copripannolino per ogni taglia. Questa dotazione base è ideale per chi intende utilizzare i pannolini lavabili in modo esclusivo. Diversamente, chi è intenzionato a farne un utilizzo parziale, alternandoli agli e usa e getta, la dotazione consigliata è di 10-12 pannolini lavabili più 1-2 mutandine copripannolino per taglia.
 

I pannolini monouso ecocompatibili Bambo Nature non contengono Mbt – Dbt  Tbt. Di cosa si tratta?

Mbt=Monobutile di stagno; Dbt=Dibutile di stagno; Tbt=Tributale di stagno.

Si tratta di tre composti organici di stagno dannosi per la salute e che, secondo un recente studio pubblicato in Germania da Greenpeace, sono risultati presenti nei pannolini usa e getta delle marche convenzionali più diffuse.
In particolare il Tributale di stagno (Tbt ) è un composto tossico ad azione permanente che già in quantità minime può danneggiare il sistema immunitario dell’uomo e influenzare il suo sistema ormonale. Per il suo elevato potere biocida, questa sostanza trova impiego nella verniciatura degli scafi delle imbarcazioni per impedire il deposito di alghe e conchiglie. Le suddette sostanze possono provocare nell’uomo l’insorgere di tumori e gravi disturbi al sistema nervoso.


Come vanno trattate le pelli di pecora?

La pelle di pecora, per le sue caratteristiche naturali, è in pratica auto-pulente. Grazie alla lanolina contenuta, antibatterico naturale, basta scuotere la pelliccia periodicamente e lasciarla all’aria (non al sole) per un po’ per mantenerla pulita. Nel caso dovesse bagnarsi di pipì, non serve lavarla: basterà lasciarla asciugare all’aria fresca perché perda ogni odore. In caso di necessità è possibile lavarla a 30°C, a mano o anche in lavatrice (ciclo lana). Per il lavaggio si consiglia l’utilizzo di un detergente ecologico specifico per pelli o per capi in lana.
 

Come lavare correttamente i capi in lana e lana/seta?

Il lavaggio dei capi in lana e lana seta va effettuato a mano, a temperatura non superiore a 30°C. Si consiglia di non lasciare in ammollo, di non torcere i capi e di non asciugarli sotto i raggi diretti del sole. Per il lavaggio si raccomanda l’uso di un detergente ecologico specifico per capi in lana/seta. Un cucchiaio di aceto aggiunto all’acqua dell’ultimo risciacquo contribuisce a mantenere il capo morbido a lungo. Saltuariamente, per ridonare alle fibre dei capi in lana le caratteristiche originarie, si consiglia l’utilizzo del trattamento rigenerante alla lanolina.

Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito usa i cookies. Continuando con la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookies. Per saperne di più clicca qui
x